Trattative interrotte tra i sindacati e Wärtsilä: il futuro dei lavoratori in bilico

Giuseppe Cozzolino
By Giuseppe Cozzolino Giugno 22, 2024 18:14

Trattative interrotte tra i sindacati e Wärtsilä: il futuro dei lavoratori in bilico

Le trattative con i sindacati (Fiom, Fim e Uilm) per il passaggio dei lavoratori di Wärtsilä a Msc sono state bruscamente interrotte, gettando un’ombra sul futuro degli impiegati coinvolti nella chiusura del sito friulano. Nonostante i tentativi da parte di Wärtsilä di soddisfare le richieste sindacali con aumenti significativi del contributo economico per i dipendenti trasferiti, le parti coinvolte non sono riuscite a trovare un accordo.
Le richieste di trasparenza e impegno finanziario da parte dei sindacati non sono state completamente accolte dalla multinazionale, portando alla rottura delle trattative. L’obiettivo di garantire la continuità operativa in tutti i siti italiani del gruppo sembra essere messo in discussione.
Nonostante gli sforzi congiunti del Governo, della Regione Friuli Venezia Giulia, di Confindustria Alto Adriatico e di Msc per raggiungere un’intesa che tuteli l’ occupazione e il futuro dei lavoratori, la situazione rimane incerta.
Il piano industriale 2024-2027 di Wärtsilä prevede investimenti significativi e una crescita occupazionale che potrebbe portare l’organico dell’azienda in Italia a 800 dipendenti. Tuttavia, le divergenze sulle condizioni di trasferimento dei lavoratori stanno mettendo a rischio la stabilità del personale coinvolto.

Maggiori approfondimenti: https://www.ilsole24ore.com/art/wartsila-rotta-trattativa-il-passaggio-lavoratori-msc-AGBnP4h

Giuseppe Cozzolino
By Giuseppe Cozzolino Giugno 22, 2024 18:14