Start-up dell’Iit premiata alla fiera della robotica europea

Federdat
By Federdat Marzo 24, 2017 14:45 Updated

Start-up dell’Iit premiata alla fiera della robotica europea

La start-up Movendo-Technology, dell’Iit (Istituto italiano di tecnologia) di Genova è salita sul podio dello euRobotics Tech Transfer Award 2017 di Edimburgo, il più importante evento di robotica in Europa e uno dei principali a livello mondiale. Il drone Fotokite di Eth Zurigo (1°) e il robot riabilitativo Hunova di Movendo Technology (2°), si sono aggiudicati, infatti, il premio per le migliori innovazioni del 2017, che viene assegnato a due soli soggetti

Erano presenti, e in competizione, innovazioni provenienti anche dal Fraunhofer Institute (che è il più importante istituto di tecnologia in Ue), da Robohub e dal Politecnico di Torino.

L’euRobotics TechTransfer ha lo scopo di selezionare gli esempi più considerevoli di successo di trasferimento tecnologico dal laboratorio al mercato. Il TechTransfer award è il riconoscimento dato alle realtà più competitive nel settore del trasferimento tecnologico, che premia la capacità di far nascere e crescere un prodotto, portandolo sul mercato, a partire dall’attività di ricerca di enti ed altre istituzioni.

Per quanto riguarda Movendo-Technology, è stato apprezzato il campo di applicazione del robot Hunova, rivolto al recupero delle persone in ambito ortopedico, neurologico e geriatrico. I robot riabilitativi Hunova sono già utilizzati da 300 pazienti in diversi centri ospedalieri e riabilitativi e a maggio verrà completata la produzione del primo lotto di robot.

Movendo Technology è nata – grazie a un investimento di carattere industriale di 10 milioni di euro da parte del gruppo Dompè (che ne detiene il 50%) – dall’attività di ricerca Iit, che per la prima volta è entrato nel capitale di una startup, ed è attiva con un insediamento produttivo a Genova con 20 addetti.

Hunova è uno strumento che integra meccatronica, elettronica, sensoristica, e software. Per la realizzazione della macchina sono state fondamentali le tecnologie riguardanti big data, machine learning e cloud computing. Insomma, la nuova realtà incarna tutti i criteri dell’industria 4.0.

Il robot, spiega una nota dell’Iit, permetterà a medici e fisioterapisti di misurare, predire e prevenire molte patologie, individuando gli interventi più opportuni ed efficaci per traumatizzati, pazienti afflitti da ictus e anziani.

© Riproduzione riservata

Argomenti:
Federdat
By Federdat Marzo 24, 2017 14:45 Updated