Ryanair punta tutto su Bergamo: 25 nuove rotte

Federdat
By Federdat Giugno 22, 2017 11:25 Updated

Ryanair punta tutto su Bergamo: 25 nuove rotte

L’aeroporto di Bergamo-Orio al Serio, base storica di Ryanair in Italia, compie un ulteriore salto di qualità all’interno del network della compagnia aerea irlandese, leader in Europa nel settore dei voli low cost. In un incontro pubblico organizzato ieri a Orio la compagnia di Dublino, rappresentata dal chief commercial officer David O’Brien, ha annunciato l’introduzione dei voli in coincidenza dallo scalo bergamasco, terzo aeroporto d’Italia per volume di passeggeri in transito dopo Fiumicino e Malpensa e primo per indice di puntualità nella categoria aeroportuale corrispondente ai volumi di traffico (11,6 milioni nel 2016).

A partire dal prossimo 3 luglio, i passeggeri Ryanair potranno: navigare sul sito ryanair.com e prenotare i voli in coincidenza su un numero iniziale di 25 rotte (in previsione esteso a 300 nuove rotte in coincidenza) via Bergamo; viaggiare su voli in coincidenza da/per: Alicante, Atene, Barcellona, Bari, Brindisi, Cagliari, Catania, Corfù, Ibiza, Lanzarote, Lamezia, Madrid, Malaga, Malta, Napoli, Palermo, Pescara, Trapani, Valencia e Saragozza via Bergamo; accedere al proprio volo in coincidenza transitando dall’area “airside” dell’aeroporto (in pratica, senza dover rifare i controlli di sicurezza) e senza dover passare “landside”; imbarcare il proprio bagaglio e ritirarlo una volta arrivati alla destinazione finale (il bagaglio imbarcato verrà automaticamente trasferito sul volo in coincidenza). Il risultato pratico è che Bergamo-Orio diventa più grande hub europeo di Ryanair: al ritmo di 25 nuove rotte in coincidenza al mese, nel giro di un anno si dovrebbe arrivare a quota 300.

«Il lancio dei voli in coincidenza sul nostro aeroporto da parte di Ryanair – spiega Emilio Bellingardi, direttore generale di Sacbo (la società di gestione aeroportuale) – rappresenta un ulteriore tassello del processo evolutivo attuato dalla compagnia aerea nella sua principale base italiana e del sud Europa, che pertanto diventa il più importante hub d’Europa in termini di coincidenze. La partnership avviata 15 anni fa, che si dimostra vincente sia sotto l’aspetto operativo sia per quanto riguarda l’offerta delle destinazioni e gli indici di puntualità dei voli, trova risposta adeguata nella infrastruttura aeroportuale, concepita per offrire servizi sempre più completi e articolati e rispondere al meglio alle esigenze dei passeggeri».

O’Brien approfondisce ulteriormente il concetto: «Dal 3 luglio i passeggeri potranno prenotare i propri voli in coincidenza alle tariffe più basse d’Europa nella più grande base italiana di Ryanair. Il servizio, disponibile inizialmente su 25 rotte (che in previsione diverranno 300), permetterà ai viaggiatori di trasferirsi sul loro prossimo volo senza dover accedere all’area landside, di imbarcare il bagaglio e ritirarlo direttamente alla destinazione finale. Inoltre – dice O’Brien – stiamo continuando a dialogare con Aer Lingus e Norwegian e altri potenziali partner al fine di lanciare entro l’anno possibili voli in coincidenza con queste compagnie».

Per fronteggiare al meglio lo sviluppo del traffico, Sacbo ha previsto nel piano quadriennale degli investimenti per il periodo 2017-2020 un impegno per infrastrutture, attrezzature e mezzi pari a 113 milioni di euro. L’intervento più significativo, da concludersi entro l’anno 2020, riguarda l’ampliamento dell’aerostazione lato Ovest (valore 33,5 milioni), che prevede la realizzazione di un volume nuovo su due piani con un incremento di superficie totale di 8mila metri quadrati. Entro l’anno 2018 dovrebbe essere iniziato e portato a termine l’ampliamento del piazzale aeromobili, con la realizzazione di sei nuove piazzole di sosta.

© Riproduzione riservata

Argomenti:
Federdat
By Federdat Giugno 22, 2017 11:25 Updated