Ricercatori e università: un bando per incentivare i giovani

redazione
By redazione Febbraio 7, 2022 11:53

Scienze della vita, scienze fisiche, chimiche e ingegneristiche, scienze sociali e umanistiche. Sono questi i macro settori determinati dall’European Research Council (ERC) intorno ai quali dovranno essere orientati i temi dei progetti dei ricercatori under 40 che vorranno partecipare ad un nuovo, importantissimo bando pubblicato dal Ministero dell’Università e della Ricerca. Per i migliori progetti è previsto un finanziamento massimo di 250mila euro. Il ruolo di coordinatore scientifico può essere assegnato anche a ricercatori con contratto a tempo determinato sia di tipo A sia di tipo B; possono affrontare tematiche relative a qualsiasi campo di ricerca nell’ambito dei macro settori citati.

Verranno stanziati circa 749 milioni di euro, in parte con investimenti del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, per il finanziamento di Progetti di rilevante interesse nazionale (PRIN) per il 2022. Di questi, circa 223 milioni saranno utilizzati per progetti presentati da professori o ricercatori con meno di 40 anni. Scopo di questo bando è l’incentivazione dei giovani a sviluppare ambiziosi progetti di ricerca di base, promuovere il sistema nazionale della ricerca, rafforzare le interazioni tra università ed enti di ricerca in linea con gli obiettivi tracciati dal Next Generation EU e favorire la partecipazione italiana alle iniziative nel quadro europeo. Le proposte dovranno essere presentate in inglese a partire dal 7 febbraio ed entro il 31 marzo 2022.

redazione
By redazione Febbraio 7, 2022 11:53