Restare a casa con la cultura: le iniziative di Musei, teatri ed aziende culturali online

redazione
By redazione Marzo 13, 2020 13:35

Le aziende culturali sono irrimediabilmente colpite dall’emergenza sanitaria ma sia in loro soccorso che degli utenti in forzato isolamento casalingo arrivano l’innovazione e la RETE. Tantissime le iniziative messe su da musei associazioni culturali, compagnie teatrali. Eccone alcune da condividere e segnalare, per vincere il Virus attraverso la cultura e gli strumenti che l’innovazione ci mette a disposizione, aiutando chi si occupa di cultura a portare avanti la propria attività anche se in condizioni del tutto particolari.

Il Museo Egizio di Torino mette a disposizione brevi video in cui il direttore Christian Greco commenta oggetti della collezione visti in una prospettiva collegata all’attuale emergenza.

La Collezione Peggy Guggenheim di Venezia sui propri profili social Facebook, Instagram, Twitter e LinkedIn propone una serie di presentazioni virtuali dedicate ai capolavori di Palazzo Venier dei Leoni.

A Bologna il Palazzo Bentivoglio mostra sul proprio account Instagram il diario virtuale della mostra “Vestimenti”.

Il Museo Popoli e Culture di Milano propone, in collaborazione con la Biblioteca del Pime (Pontificio Istituto Missioni Estere), un videolaboratorio con i segreti della cultura cinese.

Con la campagna #UffiziDecameron le Gallerie degli Uffizi sui loro social propongono un tour delle loro meraviglie ispirandosi al Boccaccio.

Su facebook il festival in digitale “Una storia ci salverà” un gruppo di scrittrici (tra queste anche Teresa Ciabatti, Chiara Valerio, Helena Janeczek, Valeria Parrella e Alessandra Sarchi) sostenuto da diversi editori.

Il Circolo dei Lettori di Torino propone e diffonde diversi materiali di approfondimento e di gioco letterario.

La Cineteca di Milano ha reso gratuito l’accesso alla Videoteca di Morando, con più di cinquecento fra classici del cinema, film rari e pellicole restaurate di recente.

Ischia Film Festival ha attivato la sezione «Il cinema contro il coronavirus», all’interno della quale sono disponibili molti dei film passati dalla rassegna negli scorsi anni.

“La rete dei musei autonomi statali si è immediatamente attivata per permettere al pubblico di godere del proprio patrimonio culturale attraverso i social network e la rete. Moltissimi luoghi della cultura stanno contribuendo con immagini, visite virtuali, video in cui i direttori illustrano le opere che custodiscono. Questi sforzi, favoriti, promossi e coordinati dal MiBACT, stanno aiutando le persone a avvicinarsi alla cultura o a mantenersi in contatto con il proprio patrimonio culturale. Un primo, importante passo di un nuovo approccio digitale alla valorizzazione dei musei che rimarrà anche al cessare dell’emergenza coronavirus” le parole del Ministero per i beni e per le attività culturali e per il turismo.

redazione
By redazione Marzo 13, 2020 13:35