Record di premi per il Parmigiano all’Oscar dei formaggi di Londra

Federdat
By Federdat Novembre 21, 2017 10:07 Updated

Record di premi per il Parmigiano all’Oscar dei formaggi di Londra

Con 38 medaglie, delle quali tre Supergold e undici d’oro, il Parmigiano Reggiano è il formaggio Dop più premiato del mondo. I riconoscimenti arrivano dalla giuria del World Cheese Awards, il premio londinese considerato l’Oscar internazionale dei formaggi. Una competizione che ha coinvolto oltre 3mila prodotti provenienti da più di trenta Paesi e alla quale il Consorzio di tutela del Parmigiano Reggiano si è presentato con 40 caseifici, sui 333 associati tra la provincia di Parma, di Reggio Emilia, Modena e Mantova.
«Partecipare e vincere – dice il vice presidente del Consorzio Guglielmo Garagnani – significa dare valore al sistema in un mercato, quello dei formaggi, che è in crescita. I caseifici a Londra sono stati testimoni dei valori che legano il nostro prodotto al territorio e che ogni giorno impegnano migliaia di allevatori e centinaia di aziende artigianali nella ricerca di livelli qualitativi sempre più elevati».

I tre Supergold, che indicano i migliori formaggi da tavolo, sono stati vinti dai caseifici San Pietro di Valestra (Reggio Emilia), 4 Madonne (Modena) e La Traversetolese (Parma). Il record di premi porta a 169 i riconoscimenti ottenuti nel mondo da questa eccellenza alimentare del made in Italy nel corso degli ultimi quindici anni. Ed è stato raggiunto nella capitale di un Paese, la Gran Bretagna, che per il Parmigiano Reggiano rappresenta, con oltre 5.656 tonnellate, il terzo mercato per le esportazioni in Europa, dopo la Germania, in prima fila, e la Francia.

Con un valore alla produzione di 1,1 miliardi e al consumo di due, i caseifici del Consorzio dovrebbe raggiungere quest’anno una quota di export pari al 40% del totale, grazie a una crescita della domanda che riguarda anche, oltreoceano, gli Stati Uniti, primo mercato al di fuori dell’area extra Ue con quasi 9.400 tonnellate. La giuria del premio era composta da duecento giudici provenienti da 15 Paesi. I riconoscimenti sono giunti per il 50% dalla categoria di stagionatura oltre i trenta mesi, l’unica con una età così elevata per un formaggio, mentre il restante bottino di medaglie è arrivato dalle categorie di stagionatura di 24 e 18 mesi.

© Riproduzione riservata

Argomenti:
Federdat
By Federdat Novembre 21, 2017 10:07 Updated