Premio di 4mila euro e flessibilità al Colorificio San Marco

Federdat
By Federdat Febbraio 18, 2017 12:56 Updated

Premio di 4mila euro  e flessibilità al Colorificio San Marco

Un nuovo accordo sindacale che premia la partecipazione alla crescita aziendale con premi individuali fino a 4mila euro, bonus welfare e un orario di lavoro sempre più flessibile (con maggiorazioni fino al +70% della paga oraria). La firma è arrivata al Colorificio San Marco Spa, azienda capogruppo del San Marco Group, da 80 anni sempre sotto la guida della famiglia Tamburini-Geremia, ora giunta alla quarta generazione. Oggi l’azienda, che ha sede principale a Marcon (Venezia), ha un fatturato che supera i 70 milioni di euro ed è leader italiana nella produzione e commercializzazione di pitture e vernici per l’edilizia professionale con 10 stabilimenti produttivi ed esportazioni in oltre 100 Paesi nel mondo (che si punta a far crescere ancora).

«In 80 anni di storia – spiega Pietro Geremia, vicepresidente Sales & Marketing – abbiamo costruito un gruppo affiatato di aziende perfettamente integrate, con prodotti riconosciuti per qualità e affidabilità. I risultati raggiunti ci spingono a fissare nuovi traguardi, mantenendo intatti i nostri valori: qualità e innovazione, sviluppo sostenibile e attenzione per le persone». Il nuovo accordo sindacale, firmato lo scorso 24 gennaio, conferma l’impegno aziendale nei confronti dei propri 230 dipendenti, con un premio di partecipazione cresciuto del 15% rispetto al 2016, fino a un massimo di 4mila euro. «Il nuovo accordo introduce strumenti innovativi volti a rafforzare il modello partecipativo – commenta Mariluce Geremia, vicepresidente e responsabile Risorse umane Colorificio San Marco – e conferma la nostra volontà di individuare le aree di miglioramento e di valorizzare esperienza e polivalenza dei nostri dipendenti, premiando il contributo individuale di ognuno».

A Marcon, 16mila abitanti, il Colorificio ha già investito in opere a disposizione della collettività, come la pista ciclabile o l’asilo aziendale aperto e perfino un bosco. Oltre al pacchetto welfare, le politiche di responsabilità sociale dell’impresa mirano a migliorare le condizioni di vita dei lavoratori: ci sono anche appartamenti al mare di cui possono fruire gratuitamente i dipendenti durante i periodi di vacanza, e un piano stage retribuito per i figli.

«Le relazioni sindacali/industriali all’interno dell’azienda sono positive e propositive – aggiunge Massimo Meneghetti, Femca Cisl Venezia – e negli anni hanno prodotto accordi innovativi e di alto spessore sugli aspetti gestionali e occupazionali, che hanno contribuito in modo sostanziale alla crescita. Il sistema welfare istituito per tutti i dipendenti è all’avanguardia, ottenendo in passato numerosi riconoscimenti e quest’anno, in occasione degli 80 anni e del rinnovo dell’accordo, prevederà anche un ulteriore bonus individuale di 160 euro e la possibilità per il dipendente di avere l’assistenza sanitaria gratuita e interamente pagata dall’impresa, nel caso si raggiungesse una certa soglia di conversione del premio in flexible benefit».

Un ulteriore capitolo riguarda la formazione, «utile – aggiunge Meneghetti – ad affrontare concretamente le novità che saranno introdotte con la quarta rivoluzione industriale, ormai alle porte e tutto il tema della valutazione individuale che diventa con questa intesa oggetto di contrattazione tra le parti». Nel Progetto Academy confluiranno sia tutte le attività di formazione aziendale della San Marco University, sia quelle di aggiornamento personale autogestite dai dipendenti in uno spazio messo a disposizione dall’azienda, le cui ore di formazione concorreranno al conseguimento del premio di partecipazione. Per quanto riguarda la flessibilità pensata per affrontare al meglio l’andamento delle commesse di produzione, i lavoratori potranno smaltire le ore accumulate in periodi di scarsa attività, e le prestazioni oltre l’orario contrattuale saranno retribuite con una maggiorazione fino al 70% e corrisposte nel mese di competenza.

© Riproduzione riservata

Argomenti:
Federdat
By Federdat Febbraio 18, 2017 12:56 Updated