Pnrr: a che punto siamo con l’attuazione del Piano nazionale

redazione
By redazione Marzo 2, 2022 12:15

A che punto siamo con l’attuazione del Pnrr (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza)? Ad oggi, sono partiti 149 bandi per un valore complessivo di 56 miliardi, 60 dei quali ancora aperti. “Il 2021 – ha spiegato il Ministro dell’Economia Franco in audizione a Commissioni Congiunte Camera e Senato – è stato un anno molto impegnativo; nel primo semestre per il completamento del Piano e la sua approvazione, nel secondo per assicurare il raggiungimento dei primi obiettivi e presentare alla Commissione europea il rendiconto e la richiesta di pagamento entro il 31 dicembre.

L’impegno richiesto è stato duplice. Da un lato ci si è occupati degli aspetti organizzativi, approntando la struttura amministrativa per guidare la realizzazione del PNRR. Dall’altro, sono stati conseguiti significativi progressi su molti fronti, per rispettare la scadenza del 31 dicembre 2021. Si tratta dei primi 51 obiettivi pattuiti (49 obiettivi qualitativi – milestones e 2 obiettivi quantitativi – target) relativi a 27 connessi all’attuazione di riforme e 24 investimenti.

Nel complesso, come sappiamo, le risorse messe a disposizione dell’Italia sono ingenti: 191,5 miliardi, di cui 68,9 miliardi di contributi a fondo perduto e 122,6 miliardi di prestiti. L’attuale dotazione assegnata all’Italia in termini di sovvenzioni a fondo perduto è suscettibile di una lieve revisione al ribasso per il migliore andamento del PIL nel biennio 2020-21 rispetto alle stime di crescita su cui era stato calcolato il contributo del PNRR assegnato all’Italia. Tale revisione, che sarà definita entro il prossimo mese di giugno da parte della Commissione, è stimata in circa 200 milioni di euro ed è quindi di entità trascurabile rispetto all’importo complessivo del Piano. Ovviamente, il nostro impegno sarà quello di coprire comunque con risorse nazionali il differenziale per mantenere inalterata la dotazione finanziaria del PNRR.

A queste risorse il Governo ha associato 30,6 miliardi di risorse nazionali con il cosiddetto Fondo complementare Per il 2022, il PNRR prevede 100 obiettivi da conseguire, tra adozione di riforme e attuazione di investimenti, a cui è legata l’erogazione di ulteriori 45,9 miliardi. Gli obiettivi quantitativi da raggiungere, che nel 2021 erano soltanto due, nel 2022 sono 17. Nel 2022 con la chiusura dei bandi e degli avvisi emanati dalle Amministrazioni centrali per la selezione dei progetti inizierà la fase attuativa di molti interventi rilevanti per realizzare gli obiettivi del PNRR. Questa è una fase molto importante e delicata. I progetti selezionati dovranno garantire sia il raggiungimento degli obiettivi del Piano sia il rispetto delle scadenze previste”.

Per tutti i dettagli: https://www.mef.gov.it/ufficio-stampa/articoli/2021_2023-Daniele_Franco/Audizione-del-Ministro-Franco-sullo-stato-di-attuazione-del-Piano-nazionale-di-ripresa-e-resilienza-Commissioni-congiunte-5a-6a-14a-Senato-e-V-VI-e-XIV-Camera-dei-Deputati/

redazione
By redazione Marzo 2, 2022 12:15