PMI: il bando del Mise per la Digital Transformation, domande entro il 15 dicembre

redazione
By redazione Ottobre 9, 2020 16:24

PMI: il bando del Mise per la Digital Transformation, domande entro il 15 dicembre

Un nuovo bando per la crescita e lo sviluppo delle piccole e medie imprese: il bando per la “Digital Transformation“. Sono difatti 100 i milioni di euro destinati dal Decreto Crescita alle PMI attraverso il bando della “Digital Transformation”. Il Ministero dello Sviluppo economico ha pubblicato il decreto che definisce tutti i termini e le modalità di presentazione delle domande per richiedere l’agevolazione, che potranno essere inoltrate dal 15 dicembre.

Obiettivo della misura è quello di favorire la trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi delle micro, piccole e medie imprese, attraverso l’applicazione di tecnologie avanzate previste nell’ambito di Impresa 4.0 e di quelle relative a soluzioni tecnologiche digitali di filiera*.
La Digital Transformation verrà sostenuta in particolar modo “nel settore manifatturiero e in quello dei servizi diretti alle imprese, nel settore turistico per le imprese impegnate nella digitalizzazione della fruizione dei beni culturali e nel settore del commercio, contribuendo così agli obiettivi di innovazione e di crescita di competitività dell’intero tessuto produttivo del Paese” si legge in nota del Mise.

Le domande potranno essere compilate a partire dal prossimo 15 dicembre e saranno valutate e gestite da Invitalia.

*I progetti

“I progetti ammissibili alle agevolazioni devono essere diretti alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi dei soggetti proponenti mediante l’implementazione di:

a. tecnologie abilitanti individuate dal Piano nazionale impresa 4.0. (advanced manufacturing solutions, addittive manufacturing, realtà aumentata, simulation, integrazione orizzontale e verticale, industrial internet, cloud, cybersecurity, big data e analytics) e/o;

b. tecnologie relative a soluzioni tecnologiche digitali di filiera, finalizzate:
1) all’ottimizzazione della gestione della catena di distribuzione e della gestione delle relazioni con i diversi attori;
2) al software;
3) alle piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio;
4) ad altre tecnologie, quali sistemi di e-commerce, sistemi di pagamento mobile e via internet, fintech, sistemi elettronici per lo scambio di dati (electronic data interchange-EDI), geolocalizzazione, tecnologie per l’in-store customer experience, system integration applicata all’automazione dei processi, blockchain, intelligenza artificiale, internet of things.

c. A tal fine i progetti devono prevedere la realizzazione di: attività di innovazione di processo o di innovazione dell’organizzazione, ovvero; investimenti.”

 

redazione
By redazione Ottobre 9, 2020 16:24