Nestlé, accordo su piano di investimenti da 108 milioni su Bacio e Bella Napoli

Federdat
By Federdat Dicembre 12, 2016 17:21 Updated

Nestlé, accordo su piano di investimenti da 108 milioni su Bacio e Bella Napoli

Gli stabilimenti Nestlé di Perugia San Sisto e Benevento nel biennio 2017-2018 saranno interessati da investimenti per 108 milioni. Ad accompagnare questo sforzo senza dubbio importante ci sarà un piano di riorganizzazione che prevede il ricorso alla cigs, i cui dettagli saranno discussi a livello di sito.
Questo il punto d’arrivo dei due accordi stretti oggi in Assolombarda tra il management della multinazionale svizzera del food e le delegazioni di Fai, Flai e Uila: nel primo c’è la condivisione del cosiddetto «reshaping» di Nestlé sullo Stivale, nel secondo il piano sociale che dovrà sostenere il processo.

Gli interventi portanti del prossimo biennio, com’è noto, sono due. A Perugia, presso lo stabilimento di San Sisto, saranno messi sul piatto 60 milioni per fare del Bacio Perugina un global Brand. Come spiegato a marzo scorso, 15 milioni serviranno all’ammodernamento degli impianti.

Nell’ottica della diversificazione, a San Sisto si intensificherà la produzione di cialde per gelato che, anche in virtù della joint venture Froneri lanciata con R&R, dovrebbe consentire la saturazione per tutto l’anno dei 900 addetti di Perugina, cui si aggiungono 150 stagionali. A Benevento, sul marchio Bella Napoli si interverrà con un investimento da 48 milioni per la nascita di altre due linee di produzione. Accanto alla tradizionale pizza surgelata Buitoni, ci sarà una pizza di qualità superiore, tutta Made in Italy, per la quale la multinazionale ha firmato un accordo di filiera con l’indotto campano. Tra la fine del 2017 e il 2018 poi saranno lanciati altri due nuovi prodotti.

© Riproduzione riservata

Argomenti:
Federdat
By Federdat Dicembre 12, 2016 17:21 Updated