Neos si rafforza sulla Cina da Malpensa

Federdat
By Federdat Marzo 22, 2017 08:42 Updated

Neos si rafforza sulla Cina da Malpensa

Dopo Fiumicino tocca a Malpensa. Neos, compagnia aerea controllata al 100% dal gruppo Alpitour, apre nuove rotte tra l’Italia e la Cina: dal mese di maggio 2017 lancerà una serie di voli diretti verso Tientsin, Shenyang, Jinan e Nanchino, facendo base all’aeroporto di Malpensa. La nuova operazione di Neos riprende l’esperimento dello scorso anno che ha unito con voli diretti le tre città cinesi Tientsin, Shenyang e Zhengzhou a Roma. L’iniziativa non solo ha permesso di portare in poco più di tre mesi (da luglio a ottobre) 10mila turisti cinesi in Italia, ma ha anche visto la compagnia aerea del gruppo Alpitour diventare la prima a operare un charter diretto dalla Cina all’Europa. Ora Neos ripropone il programma per il 2017 a Milano Malpensa.

«La Cina – dice Carlo Stradiotti, amministratore delegato di Neos, che ieri ha presentato l’iniziativa a Malpensa – è un mercato in forte espansione e con un interesse enorme verso l’Italia». In particolare Nanchino è una città in pieno sviluppo dal punto di vista economico, turistico e tecnologico, in grado di generare forti flussi di turisti, sia verso l’Italia sia verso la Cina: nell’ultimo anno, i turisti italiani nella provincia sono cresciuti dell’8,4%. C’è da considerare anche il traffico business: nella zona operano più di 4.300 aziende italiane. Nanchino, dove ha sede il gruppo Suning, proprietario dell’Inter, sarà collegata inizialmente con due voli settimanali, che salieranno a tre dal prossimo inverno, quando la flotta di Neos si amplierà grazie all’arrivo del primo dei tre Boeing 787-9 Dreamliner, il modello tecnologicamente più avanzato nel mondo dell’aviazione civile.

Neos, rimarca il presidente della compagnia Lupo Rattazzi, «sarà l’unico vettore italiano a collegare la Cina con Milano». Al momento le compagnie aeree con voli diretti tra Malpensa e la Cina sono Air China (Pechino e Shanghai) e Cathay Pacific (Hong Kong). Da maggio, grazie a Neos, si aggiungerano altre quattro destinazioni cinesi. «Il nostro obiettivo – spiega Giulio De Metrio, Chief operating Officer di Sea (la società di gestione dell’aeroporto) – è aumentare il numero dei collegamenti diretti tra la Cina e Malpensa. Il piano industriale di Sea parla di un milione di passeggeri intercontinentali in più a Malpensa entro il 2021, che saliranno dagli attuali 5,5 milioni l’anno a quota 6,6 milioni. Di questi, il 30-40% saranno generati dal mercato cinese». E per Malpensa, che nel gennaio-febbraio 2017 ha registrato una crescita passeggeri dell’11,6% contro una media nazionale del 5,1%, si annuncia una ulteriore novità: il ritorno di Air France-Klm, con cinque voli al giorno Malpensa-Parigi (Air France) e quattro voli al giorno Malpensa-Amsterdam (Klm) a partire da fine marzo.

© Riproduzione riservata

Argomenti:
Federdat
By Federdat Marzo 22, 2017 08:42 Updated