Natale: San Gregorio Armeno si prepara al boom

Federdat
By Federdat Dicembre 6, 2017 12:51

Si respira aria di Natale nella strada dei presepi per eccellenza, quella di San Gregorio Armeno, nel cuore del centro storico di Napoli. Classi di bimbi o ragazzi in gita, turisti, passanti: tutti, in questo periodo, affollano la piccola via che collega il decumano maggiore a quello inferiore e che apre le porte su una tradizione lunga secoli. Anche questa è una vetrina dell’eccellenza “Made in Italy” che fa conoscere e dà lustro alla nostra penisola nel mondo e che, come tale, va preservata e tutelata.

Una tradizione, quella di San Gregorio Armeno, che ha un’origine remota: nella strada, in epoca classica, esisteva un tempo dedicato a Cerere alla quale i cittadini offrivano come voto delle piccole statuine di terracotta fabbricate nelle botteghe vicine. Nasce così l’arte che, successivamente, renderà Napoli nota in tutto il mondo come centro espositivo delle botteghe artigianali che durante tutto l’anno realizzano statuine per i presepi sia canoniche, sia originali. L’eccellenza nostrana, il settore agroalimentare, l’industria, i trasporti e l’artigianato: argomenti che abbiamo ripreso a lungo su Corriere Azienda e che ruotano intorno al tema cardine del turismo. La sinergia tra istituzioni e imprenditori può rendere il nostro paese ancora più accogliente, allettante per gli investitori stranieri, attraente agli occhi di chi lo visita. Gli esempi sono tanti: la forza degli scavi di Pompei, restando ancora in Campania, il traino di città votate da decenni al turismo come Venezia e Firenze, il fascino della città eterna, Roma, e la capitale della moda Milano.

 

Luigi d’Oriano

Federdat
By Federdat Dicembre 6, 2017 12:51
Scrivi un commento

Nessun Commento

Ancora Nessun Commento

Non ci sono ancora commenti ma tu puoi essere il primo.

Scrivi un Commento

Solo gli utenti iscritti possono commentare.