Meno candidati ma più «social» al China Career Day

Federdat
By Federdat Giugno 21, 2017 09:53 Updated

Meno candidati ma più «social»    al China Career Day

Crescono, per la prima volta, i candidati esperti in social media marketing. Ma metà dei laureati che hanno inviato il curriculum non riescono a soddisfare i requisiti delle aziende pronte a selezionarli nel corso della settima edizione dell’ Italy-China Career Day, l’evento organizzato da Fondazione Italia Cina e Associna, in collaborazione con Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza e con la Camera di Commercio italo-cinese che si è tenuto ieri a Milano.
Si tratta della giornata in cui aziende e candidati – cinesi e italiani con competenze rivolte alla Cina, alla sua lingua, alla sua cultura e al suo mercato – hanno potuto incontrarsi per colloqui conoscitivi. Obiettivo del Career Day è infatti quello di facilitare l’incontro tra domanda e offerta in un mercato del lavoro che guarda sempre più a Est.

Requisito essenziale è la conoscenza dell’italiano, dell’inglese e del cinese.
Anche per questo, su 285 curricula arrivati per candidarsi ai colloqui – subito dopo le sessioni mattutine e pomeridiane di formazione per candidati e aziende – 168 sono stati selezionati e 117 rifiutati. Diversi gli ambiti professionali dei candidati (che potevano indicare più competenze): Economia e Commercio (110), Lingue orientali (146 senior e 80 junior), Luxury and Retail (27), Accomodation (25), Ingegneria (20), Social Media Management (19), Design e Architettura (16), Bancario (15), Turismo (14), Informatica e Matematica (11), Giuridico (5), Agroalimentare (5), Spettacolo e Cinema (5), Chimico (5), Sport (4) e Musica (1).
Quindici le aziende che hanno partecipato alla giornata, provenienti dai seguenti settori: produzione pneumatici, alberghiero, metalmeccanico, grandi magazzini, vendita al dettaglio, moda e pelletteria, commercio, metallurgia, turismo, ristorazione autostradale e aeroportuale.

Le figure ricercate dalle società partecipanti: internal auditor, ricevimento front desk hotel, progettista, ingegnere di progetto, marketing&communication intern, sales associate, sales assistant, sales area manager, internship digital marketing, internship corporate HR organization, attività di vendita e di back office, stock keeper, manager in training, client advisor, IT specialist, project management, data mining junior specialist, data manager f&b, agenti di turismo, responsabile marketing web, tecnico informatico, direttore generale.

«In un mondo che di confini ne ha ormai ben pochi, c’è sempre maggior bisogno di persone in grado di interagire con realtà, mercati e linguaggi diversi – ha dichiarato Margherita Barberis, direttore generale della Fondazione Italia Cina –. Con il Career Day cerchiamo di interpretare questa attualità e colmare un vuoto nell’ambito della formazione interculturale e nel reclutamento di personale qualificato, fornendo un concreto aiuto alle nostre aziende nell’individuazione di profili professionali che rispondano a esigenze in continua evoluzione».

«Le competenze interculturali permettono di mantenere la cultura delle proprie radici, senza disconoscerle, ma acquisendo nuove culture – ha affermato Bai Junyi, Presidente emerito Associna -. Le culture non si escludono, si aggiungono. Il mondo è fatto sempre più di connessioni rispetto al passato e chi ha queste competenze può essere un ponte tra queste culture».

Oggi la Cina è il secondo Paese al mondo ad essere scelto dalle aziende italiane come destinazione del proprio personale espatriato, subito dopo gli Stati Uniti. Le imprese a capitale italiano tra Cina e Hong Kong sono circa 2mila ed il numero di dipendenti che operano in questo contesto cross-cultural su tutto il territorio cinese supera i 157mila professionisti, per un giro d’affari di 17 miliardi di euro. Sono 322, per completare un quadro in grande evoluzione, le imprese italiane partecipate da multinazionali cinesi e di Hong Kong, capaci di impiegare circa 18 mila dipendenti e di fatturare più di 8,5 miliardi di euro.

© Riproduzione riservata

Argomenti:
Federdat
By Federdat Giugno 21, 2017 09:53 Updated