L’industria bresciana colma il gap con il 2011

Federdat
By Federdat Maggio 12, 2017 07:52 Updated

L’industria bresciana  colma il gap con il 2011

L’industria bresciana inanella la quattordicesima variazione tendenziale positiva consecutiva, con un incremento del 3,1% della produzione nel primo trimestre dell’anno in corso. Da più di tre anni il manifatturiero ha imboccato la strada della ripresa, questa tendenza è confermata nel 2017: prosegue il recupero del made in Brescia, favorito anche dalla positiva evoluzione delle vendite, sia in Italia che sui mercati esteri. Il recupero dai minimi registrati nel terzo trimestre 2013 è dell’11,4 per cento: la produzione ritorna su livelli che non si toccavano dal 2011. Lo certifica l’analisi del centro studi dell’Associazione industriale bresciana e dell’ufficio studi e statistica della Camera di Commercio.

Nel dettaglio la produzione industriale segna un incremento congiunturale dell’1,7%, mentre il tasso tendenziale (vale a dire la variazione dell’indice nei confronti dello stesso periodo dell’anno scorso) sale del 3,1 per cento. Il tasso acquisito, ovvero la variazione media annua che si avrebbe se l’indice della produzione non subisse variazioni fino alla fine del 2017, è pari a +2,7%.

L’attività produttiva è aumentata nei comparti metallurgico e siderurgico (+4,7%), meccanica di precisione e costruzione di apparecchiature elettriche (+3,3%), materiali da costruzione ed estrattive (+2,9%); è invece cresciuta con minore intensità per gli operatori del carta e stampa (+1,7%), dell’abbigliamento (+1,5%), della meccanica tradizionale e mezzi di trasporto (+1,3%), del chimico, gomma e plastica (+1,3%) e del tessile (+0,6%).

Le prospettive a breve termine delineano una prosecuzione della fase di moderata espansione del manifatturiero provinciale, nonostante alcune incognite legate alle tensioni a livello internazionale. Secondo il centro studi Aib il recupero del manifatturiero produrrà un incremento della domanda di lavoro: la manodopera è attesa in aumento dal 13% degli intervistati, invariata dall’84% e in diminuzione dal 3 per cento.

© Riproduzione riservata

Argomenti:
Federdat
By Federdat Maggio 12, 2017 07:52 Updated