La mission di d’Oriano: “Il turismo volano d’Italia e di Federdat”

By Maggio 22, 2017 10:08 Updated

 

Boom di turisti italiani e stranieri nelle città e nei luoghi d’arte regionali. Che siano giunti con voli atterrati a Capodichino o abbiano scelto altri modi di arrivare in Campania, si tratta di un grande flusso di persone che ha utilizzato mezzi pubblici nel giorno di Pasqua, che ha riempito fino al sold out le strutture ricettive e ha avuto una predilezione per pizza, dolci e food della dieta Mediterranea. È questo il biglietto da visita per il 2017 di Napoli, Pompei, Caserta e di tante altre città della Regione, dopo il primo weekend primaverile e con l’approssimarsi di altri ponti lunghi.

Tante cose ancora da migliorare: dai trasporti, che siano pubblici o privati, all’aumento dell’accoglienza delle strutture sparse sul territorio, dal caos traffico, ancora ingestibile, alle capacità di fare rete dei singoli Comuni. “In questa fase, guardando ai numeri straordinari registrati nel fine settimana religioso ormai alle porte, penso che sia opportuno vedere il bicchiere mezzo pieno”, ha commentato il presidente Federdat, Luigi d’Oriano, che, con la sua Confederazione sta spingendo l’acceleratore sul tema “turismo”, organizzando servizi per le aziende che operano nel settore.

“Viviamo nel primo paese al mondo per numero di siti patrimonio dell’Umanità e tutelati dall’Unesco. In questa speciale classifica la Campania contribuisce con il Vesuvio, i parchi archeologici che vanno dal Miglio d’Oro a Paestum passando per Pompei, con il centro storico di Napoli, con le opere architettoniche di Caserta e Benevento, con le città della costiera amalfitana ed i panorami naturali del Cilento”. Ha aggiunto d’Oriano che ha sottolineato come “occorra puntare sulla sinergia tra le amministrazioni che devono mettere in condizione anche gli imprenditori di poter fare la loro parte”.

Nello specifico, il numero uno della Confederazione Datoriale plaude “al lavoro fatto da Circumvesuviana per il giorno di Pasqua che può essere sostenuto anche da una rete di privati che collegano facilmente i siti come Ercolano e Pompei”. Inoltre, i complimenti per “l’intero comparto della ristorazione che, come da tradizione meridionale e partenopea, ha dato il meglio di una delle cucine più ricercate in ogni angolo del pianeta”.

Quindi, lo sguardo rivolto alla stagione estiva alle porte. “Le nostre spiagge stanno diventando sempre più ambite, al pari dei luoghi d’interesse artistico, gettonate anche da tour operator nazionali ed internazionali. Per gli imprenditori che operano nel comparto balneare – ha concluso d’Oriano – la  Federdat sta costruendo un sostegno fattivo e concreto”.

 

By Maggio 22, 2017 10:08 Updated
Scrivi un commento

Nessun Commento

Ancora Nessun Commento

Non ci sono ancora commenti ma tu puoi essere il primo.

Scrivi un Commento

Solo gli utenti iscritti possono commentare.