La campagna comparativa di Alitalia fa infuriare l’aeroporto di Bergamo: «Dati non veritieri»

Federdat
By Federdat Aprile 11, 2017 13:08 Updated

La campagna comparativa di Alitalia fa infuriare l’aeroporto di Bergamo: «Dati non veritieri»

Scoppia un caso tra la Sacbo, la società che gestisce l’aeroporto di Bergamo-Orio al Serio, il terzo scalo d’Italia per traffico passeggeri e l’Alitalia. Ad accendere la polemica è il banner “Milano Linate: l’aeroporto già in città”, comparso sulla home page del sito web di Alitalia. Si tratta di una pubblicità comparativa sui tempi di percorrenza per raggiungere gli aeroporti di Linate, Malpensa e Orio al Serio partendo dal centro di Milano (piazza Duomo).

La pubblictà esalta la comodità di Linate («l’aeroporto a soli 7,1 chilometri di distanza dal centro di Milano) a scapito di Orio (53,6 km) e Malpensa (51 km).In particolare, secondo l’Alitalia il tempo necessario per raggiungere Linate oscilla tra un minimo di 20 e un massimo di 40 minuti, quello per raggiungere Orio al Serio tra i 50 e i 90 minuti e il tempo per raggiungere Malpensa tra i 55 e i 100 minuti. È chiaro che si tratta di una pubblicità tutta a favore di Linate. Peraltro da molti anni Alitalia si è ritirata da Malpensa ed è logico che la compagnia, tra Linate e Malpensa, punti apertamente sul primo. Anche se Malpensa in questi ultimi tempi sta vivendo una fase di forte rilancio. A Bergamo però la cosa non è stata presa bene. «Si tratta di indicazioni palesemente non veritiere» replica la Sacbo, che contesta apertamente l’indicazione di Alitalia sui (presunti) 90 minuti per raggiunge lo scalo orobico.

L’aeroporto di Bergamo-Orio al Serio, ribatte la Sacbo, sfrutta nel migliore dei modi la sua posizione baricentrica sull’asse Nord-est della Lombardia, che lo rende comodamente accessibile, in particolare attraverso l’autostrada A4. Lo scalo è a pochi minuti dal casello autostradale di Seriate ed è visibile a chiunque percorra la A4 Milano-Bergamo-Brescia.

«Il servizio di trasporto pubblico su gomma, con oltre 120 corse giornaliere da e per la stazione centrale di Milano – dice la Sacbo – e tempi di percorrenza di 50 minuti, agevola il collegamento con Milano». La pubblicità comparativa di Alitalia, continua la Sacbo, contiene «indicazioni palesemente non veritiere, in quanto i servizi continui di trasporto con bus di linea da piazza Luigi di Savoia (antistante la stazione di Milano Centrale) garantiscono un tempo di percorrenza di 50 minuti con l’aeroporto di Bergamo.

È chiaro, peraltro, che i tempi di viaggio con automobile sono normalmente ridotti rispetto all’autobus. A sostegno delle proprie tesi – continua la Sacbo – Alitalia produce un video pubblicato sulla pagina web, in cui sono riportati i dati di un test di viaggio in automobile (riferito, si legge, alla giornata di un lunedì e a un orario di punta: le ore 8 del mattino) dall’aeroporto di arrivo a piazza Duomo, in realtà raffrontati da diversi punti della città di Milano e ancora una volta e genericamente con tempi variabili, anche di oltre 100 minuti (Castello Sforzesco-Orio al Serio, ndr)».

Sacbo «stigmatizza l’operazione di marketing comunicativo di Alitalia come tentativo mal riuscito di dissuadere i passeggeri a servirsi dell’aeroporto di Bergamo, che, al contrario, continua a essere preferito anche da chi si muove da e per Milano, utilizzando sia i collegamenti con bus, effettuati con puntualità e a basso costo, sia il mezzo privato, usufruendo di parcheggi comodi e regolati dalle tariffe più basse». E in effetti i dati di traffico più recenti danno ragione a Sacbo: Orio ha chiuso il 2016 con un consuntivo di 11.159.631 passeggeri, che corrisponde a un incremento del 7,26% rispetto al dato 2015 quando si raggiunse la cifra di 10,4 milioni di passeggeri. Il risultato del 2016, a cui ha contributo in termini generali l’ulteriore crescita del load factor sui voli di linea e che si accompagna a uno dei migliori indici di puntualità su scala mondiale nella categoria aeroportuale corrispondente ai volumi di traffico, consente di consolidare la terza posizione nella classifica degli aeroporti nazionali dopo Roma Fiumicino e Milano Malpensa.

© Riproduzione riservata

Argomenti:
Federdat
By Federdat Aprile 11, 2017 13:08 Updated