Inflazione e paniere Istat: che cosa è cambiato? Covid pesa sulle abitudini di spesa

redazione
By redazione Febbraio 3, 2022 14:47

Come immaginabile, sulle abitudini di spesa degli italiani pesa, e non poco, l’effetto Covid. Entrano dunque a far parte del famoso “paniere ISTAT” prodotti come tamponi e saturimetri, a fronte di un’inflazione altissima, mai così alta da 26 anni. L’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, ha registrato un aumento del 4,8% su base annua, secondo le rilevazioni dell’ISTAT. Ad influire sull’aumento è la crescita dei prezzi dei beni energetici (+38,6%).

Oltre al saturimetro, al test sierologico, molecolare e rapido per Covid-19, si aggiungono al paniere 2022: sedia da PC, friggitrice ad aria, saturimetro, psicoterapia individuale, poke take away e streaming di musica, pane di altre farine, gas di città e gas naturale mercato libero e occhiali da lettura senza prescrizione, mazzancolle, i sostituti artificiali dello zucchero, i jeans da donna, i pantaloni corti bambino e il trasportino per animali. Escono invece dal paniere i compact disk e l’hoverboard.  L’Istat spiega che “riflettono la costante evoluzione dei comportamenti di spesa delle famiglie ma anche l’impatto di eventi, come la pandemia tuttora in corso, che condizionano le scelte d’acquisto e la struttura della spesa per consumi”. (Fonte: ISTAT)

redazione
By redazione Febbraio 3, 2022 14:47