Industria 4.0: iperammortamento anche per gli ordini 2016

Federdat
By Federdat Febbraio 8, 2017 19:22 Updated

Industria 4.0: iperammortamento anche per gli ordini 2016

Anche i beni 4.0 ordinati nel 2016 ma consegnati l’anno successivo potranno beneficiare dell’iperammortamento. Il chiarimento, che dovrebbe essere recepito entro fine mese da una circolare interpretativa dell’Agenzia delle Entrate, risolve uno dei dubbi presenti tra le imprese. Ancora ieri nell’incontro organizzato da Ucimu a Sesto S,Giovanni tra oltre 300 imprenditori delle macchine utensili e Stefano Firpo, direttore generale del Mise, sul punto non vi era una visione condivisa.

Già a fine gennaio una nota di Confindustria chiedeva di rendere esplicita questa interpretazione, «per le vie brevi – si legge nella nota di Via dell’Astronomia del 25 gennaio – già condivisa con l’Agenzia delle Entrate.

Di fatto – scriveva Confindustria – , in merito ai criteri di imputazione temporale degli investimenti, è stata avanzata la tesi secondo cui l’iper-ammortamento potrebbe riguardare anche beni acquisiti al patrimonio dell’impresa in data antecedente al 2017, ma non ancora entrati in funzione (e che entrino in funzione nel 2017). Al riguardo, si ritiene che, in applicazione dei criteri generali di cui all’art. 109, TUIR, debbano ritenersi agevolabili gli investimenti effettuati a decorrere dal 1° gennaio 2017 (data di entrata in vigore dell’agevolazione): pertanto, assume rilevanza, ai fini dell’iper-ammortamento, la data di consegna o spedizione dei beni (o, se diversa e successiva, la data in cui si verifica l’effetto traslativo della proprietà o altro diritto reale).

Qualche dubbio aggiuntivo era tuttavia sorto dopo la pubblicazione da parte del Mise di un primo vademecum sul sito, dove nella sessione di domande e risposte veniva trattato un tema collaterale, con una risposta negativa:

Il bene acquistato nel 2016 ma interconnesso/entrato in funzione in azienda nel 2017 non beneficia dell’iperammortamento.

Ora, informalmente, il Mise accoglie la tesi delle imprese, secondo cui in realtà la data dell’ordine non ha rilevanza. Fanno fede dunque consegna e passaggio di proprietà: se il bene rientra nella tabella A (ed è consegnato nel 2017), anche se l’ordine è avvenuto lo scorso anno può beneficiare dell’iperammortamento.

© Riproduzione riservata

Argomenti:
Federdat
By Federdat Febbraio 8, 2017 19:22 Updated