In vetrina la mobilità che verrà

Federdat
By Federdat Marzo 22, 2017 18:35 Updated

In vetrina la mobilità che verrà

Bici elettriche e pattini hi-tech. E poi parcheggi “intelligenti”, gestione delle flotte aziendali in modalità sostenibili, motori a zero emissioni.

Sono 16 le start-up selezionate per presentare i propri modelli di business all’interno della Mobility Conference di Milano. Il cui obiettivo è proprio quello di favorire l’incontro tra le imprese e le startup del mondo della mobilità per creare opportunità di business, conoscere nuove realtà imprenditoriali e analizzare il futuro del settore rispetto al trasporto di persone, merci e informazioni. La seconda giornata dell’evento, promosso da Assolombarda e Camera di Commercio di Milano, in collaborazione con Nuvolab venture accelerator, aperta a tutti gli attori che operano nei diversi settori della mobilità e dell’innovazione, è stata in particolare dedicata ai risultati concreti dell’innovazione .
L’evento, giunto alla seconda edizione, si è aperto con un primo momento di confronto sul tema del “Ritorno al futuro la mobilità che verrà”, presso Palazzo Affari ai Giureconsulti, al quale sono intervenuti tra gli altri Massimo Ferlini, Membro di Giunta per i Servizi alle Imprese Camera di Commercio di Milano; Stefano Venturi, Membro del Consiglio di Presidenza di Assolombarda con delega ad Agenda digitale e startup e Ad di Hewlett Packard e Alberto Cazzani Presidente di ANAV Lombardia.
«La seconda edizione della MCE 4×4 – spiega Venturi – al quale anche quest’anno sono arrivate più di 100 candidature da tutta Italia e dall’estero, conferma il ruolo di primo piano della città di Milano e quello di Assolombarda come hub di attrattività delle nuove realtà imprenditoriali. Si tratta di un grande risultato raggiunto anche grazie alla forza innovativa del Progetto ‘Startup Town’, nell’ambito del quale abbiamo realizzato numerose iniziative dedicate proprio all’aggregazione e allo sviluppo di nuove idee imprenditoriali e, come nel caso di MCE 4×4, al confronto tra startup, imprese e istituzioni territoriali».
«Le infrastrutture e i trasporti sono alla base dello sviluppo economico del nostro territorio – ha sottolineato – Massimo Ferlini, membro di giunta della Camera di commercio di Milano –. Con la Mobility Conference diamo spazio al dibattito tra istituzioni, associazioni e imprese. Oggi si incontrano imprese e startup per promuovere l’attuazione di idee e proposte innovative a vantaggio della smart mobility».

Oltre al “future storming”, l’evento si è articolato in altri 3 momenti di incontro. L’exhibition, uno spazio espositivo in cui sono raccolte tecnologie di avanguardia, progetti futuristici, applicazioni IoT, prodotti innovativi di startup destinate a cambiare il futuro della mobilità; il “business speed date” in cui le imprese hanno incontrato le startup innovative e conosciuto nuove idee imprenditoriali, per innovare e innovarsi insieme; il “tandem meeting” , colloqui riservati one to one che hanno consentito di gettare le basi per potenziali collaborazioni e opportunità di business.

© Riproduzione riservata

Argomenti:
Federdat
By Federdat Marzo 22, 2017 18:35 Updated