Green pass sui luoghi di lavoro: obbligatoria la verifica del certificato verde

redazione
By redazione Dicembre 10, 2021 10:35 Updated

Per tutti i lavoratori privati e pubblici la legge di conversione del D.L. n. 172 del 26 novembre 2021 ha disposto l’obbligo di verifica della certificazione verde Covid-19. È possibile per i lavoratori consegnare al proprio datore di lavoro una copia del green pass, così da essere esonerato dai controlli per tutta la durata della relativa validità della certificazione.
Spetterà ai datori di lavoro far sì che i dati personali dei lavoratori vengano trattati in maniera conforme rispetto alla normativa sulla privacy, con informative, autorizzazioni al trattamento dei dati ed un responsabile nominato.

Sono state predisposte una serie di attività a carico del datore di lavoro, tra cui la verifica, a campione, al momento dell’accesso ai luoghi di lavoro tramite soggetti incaricati dell’accertamento e della contestazione delle violazioni degli obblighi. La verifica non deve riguardare soltanto diretti dipendenti del datore di lavoro, ma anche soggetti che svolgono, a qualsiasi titolo, la propria attività lavorativa, di formazione o di volontariato anche su base di contratti esterni.

La verifica della del green pass

Il processo di verifica delle Certificazioni verdi COVID-19 prevede l’utilizzo della app di verifica nazionale VerificaC19, installata su un dispositivo mobile. Tale applicazione consente di verificare l’autenticità e la validità delle certificazioni senza la necessità di avere una connessione internet (offline) e senza memorizzare informazioni personali sul dispositivo del verificatore.

L’applicazione VerificaC19 è conforme alla versione europea, ma ne diminuisce il numero di dati visualizzabili dall’operatore per minimizzare le informazioni trattate. L’App VerificaC19 è gratuita. La Certificazione verde COVID-19 è richiesta dal verificatore all’interessato che mostra il relativo QR Code (in formato digitale oppure cartaceo). L’App VerificaC19 legge il QR Code, ne estrae le informazioni e procede con il controllo del sigillo elettronico qualificato.

L’App VerificaC19 applica le regole per verificare che la Certificazione sia valida.
L’App VerificaC19 mostra graficamente al verificatore l’effettiva validità della Certificazione (colore verde se la Certificazione è valida oppure rosso se non lo è) nonché il nome, il cognome e la data di nascita dell’intestatario della stessa.
Ai verificatori basta inquadrare il QR Code della Certificazione verde COVID-19, che si può esibire in formato cartaceo o digitale, e accertarsi della validità e dei dati identificativi.

Per facilitare e rendere più veloce la scansione di un alto numero di green pass è possibile utilizzare la “modalità automatica”. Il verificatore, selezionandola sul proprio dispositivo mobile con il quale procede manualmente alle verifiche delle Certificazioni verdi COVID-19, potrà effettuare le scansioni in maniera continuativa senza riavviare l’applicazione.

Green pass rafforzato

Dal 6 dicembre 2021, l’App VerificaC19 permette di selezionare la tipologia di Certificazione secondo la normativa e il contesto in cui viene effettuata la verifica del QR Code. La modalità di verifica deve essere selezionata prima della scansione:

base” per certificazione da vaccinazione, guarigione o test antigenico rapido o molecolare;
rafforzata” per certificazione da vaccinazione o guarigione.

Di seguito, tutte le domande più frequenti sulla certificazione base: https://www.dgc.gov.it/web/faq.html#verifica19

redazione
By redazione Dicembre 10, 2021 10:35 Updated