Festa Nazionale AEPI, il Presidente Federdat d’Oriano: “Tutelare artigiani, agricoltori e commercianti, cuore pulsante del sistema produttivo”

redazione
By redazione Ottobre 10, 2020 16:17 Updated

“Le nostre piccole aziende sono il cuore pulsante del circuito produttivo e vanno tutelate, così come va legittimato il pluralismo sindacale”. Chiarissimo è il monito del Presidente di Federdat, Luigi d’Oriano, intervenuto nel corso della prima Festa nazionale della Confederazione AEPI a Manduria (TA), che sta vedendo riuniti fino al 10 ottobre governo, istituzioni, parlamentari di maggioranza e opposizione, vertici nazionali di associazioni di categoria, organizzazioni sindacali e numerosi enti pubblici per affrontare i temi di stretta attualità e trovare una chiave per ripartire all’insegna della tutela del Made in Italy.

“Artigiani, commercianti e agricoli – ha spiegato il Presidente d’Oriano – sono le categorie che subiscono di più nel mondo della produttività e ancor di più questo è avvenuto nel periodo dell’emergenza.
Imbarazzante è quanto accaduto al mondo dell’artigianato e tutte le difficoltà che si sono determinate per accedere alla cassa integrazione: sarebbe stato opportuno un metodo di accesso più facile, non lasciando che organizzazioni sindacali rappresentative imponessero le loro procedure. Le piccole aziende avrebbero dovuto accedere maniera molto veloce e invece ci sono state modalità diverse per tutti, determinando grandi difficoltà nel gestire l’emergenza. Ci sono aziende, soprattutto aziende agricole, che ancora non accedono a questi benefici, mentre gli artigiani sono stati costretti ad effettuare versamenti anche ad un altro fondo. La libertà e il pluralismo sindacale vanno invece sottolineati, perché vi sono tante realtà che danno servizi alle imprese, le quali non possono essere costrette sempre dalle solite organizzazioni. Chiediamo che le piccole aziende – artigiani, agricoli, commercianti – vengano rappresentate sui tavoli giusti, in modo da poter essere tutelate in quanto vero “cuore pulsante” del nostro sistema produttivo. Ringraziamo il nostro Presidente per questa tre giorni encomiabile: è esattamente il modo giusto per far partire una nuova organizzazione, per fare la differenza con i fatti e sono felice che questa partenza avvenga in Puglia”.

 

 

 

redazione
By redazione Ottobre 10, 2020 16:17 Updated