Fca premia i dipendenti, in arrivo un bonus medio di 1.320 euro

Federdat
By Federdat Febbraio 7, 2017 19:25 Updated

Fca premia i dipendenti, in arrivo un bonus medio di 1.320 euro

Il gruppo Fca verserà a febbraio un bonus retributivo a tutti i dipendenti italiani in relazione agli obiettivi di efficienza produttiva previsti dal contratto specifico di lavoro della società. Lo ha reso noto Fca. I risultati 2016 variano a seconda delle performance, misurate con il sistema Wcm (World Class Manufacturing), realizzate da ogni singola unità produttiva. Fca indica che «a fronte della sostanziale conferma dei risultati del 2015 nei principali settori del gruppo, alcuni dei più importanti stabilimenti produttivi del settore Auto, come ad esempio Melfi, Cassino o Sevel, hanno mantenuto o migliorato le loro performance e riceveranno importi medi di circa 1.320 euro», mentre «Pomigliano e Verrone hanno ribadito l’eccellenza ottenuta nel 2015 e riceveranno quindi un importo superiore».

Dalle linee di pomigliano esce la Fiat panda, mentre lo stabilimento di Verrone produce trasmissioni che equipaggiano numerosi modelli dei modelli Fiat Chrysler Automobiles tra cui la Jeep Renegade la Fiat 500X che sono prodotte a Melfi. A Cassino, invece, sono in produzione sia la Alfa Romeo Giulia sia il suv Stelvio che si avvia al debutto.

È il secondo anno che Fca paga il bonus ai dipendenti. La nuova politica retributiva è stata introdotta nel luglio 2015 e prevede di far partecipare direttamente tutte le persone ai risultati di produttività, qualità e redditività nell’ambito del piano industriale dell’azienda. Fca afferma «di aver chiuso il 2016 con un ottimo risultato, superando gli obiettivi» e conclude che «con il fondamentale aiuto dei suoi dipendenti è sulla strada giusta per raggiungere i traguardi fissati per il 2018».

«Per il secondo anno consecutivo – l’accordo sindacale del 2015 ottiene risultati particolarmente positivi. L’accordo ci ha consentito di dare incrementi salari oltre il tasso d’inflazione, i classici incrementi salariali in paga base collegati all’inflazione avrebbero lasciato a bocca asciutta i lavoratori, dando praticamente aumenti annui lordi non superiori a 112 euro (inflazione 2016 è pari 0,5%)».

© Riproduzione riservata

Argomenti:
Federdat
By Federdat Febbraio 7, 2017 19:25 Updated