Due chilometri d’acciaio per proteggere il Papa

Federdat
By Federdat Marzo 23, 2017 18:09 Updated

Due chilometri d’acciaio per proteggere il Papa

Oltre due chilometri di recinzioni d’acciaio per il Papa. È l’insolita fornitura di Nuova Defim Orsogril, azienda comasca specializzata nella produzione di reti elettrosaldate speciali e di grigliati, recinzioni e cancellate, controllata dal gruppo Feralpi di Lonato (Bs).

Il piano Safety per la visita di Papa Francesco a Milano e Monza (il santo Padre celebrerà anche la Messa nel Parco del centro brianzolo), presentato nei giorni scorsi, include l’utilizzo massicio delle recinzioni mobili dell’azienda siderurgica. Al momento sono già stati posati oltre due chilometri di pannelli Defender Hd, completi dei basamenti.

«Siamo lieti di contribuire alla sicurezza del Santo Padre – commenta Giuseppe Pasini, presidente del Gruppo Feralpi -. Lavorare per la sicurezza è la missione di Nuova Defim Orsogril e per questo continuiamo a investire in nuove tecnologie. Se c’è un’industria 4.0 c’è anche un’edilizia 4.0, non solo nell’ambito delle costruzioni sostenibili, ma anche in quello degli edifici “intelligenti”. Abbiamo coniugato la sensoristica più evoluta, per il rilevamento delle effrazioni in modo efficace al 100% e smart, alla forza del nostro acciaio – prosegue Pasini -. Le prime soluzioni sono già sul mercato, ma stiamo già guardando oltre per proporre sistemi di rilevazione ancora più performanti».

Nella giornata di sabato Monza accoglierà almeno 600mila persone. Il piano Safety, che vedrà Nuova Defim in prima linea, prevede di coinvolgere 1.150 agenti impegnati, 2.700 volontari, 60 ambulanze, 106 squadre pronte per ogni eventualità. Monza, Lissone, Arcore e Villasanta sono le «stazioni porta» pronte a ricevere 342 treni previsti e 66 speciali per l’occasione. Milano schiererà un migliaio di vigili urbani, modificherà la viabilità dei trasporti pubblici su percorsi e orari per rispondere alle esigenze dei pellegrini e a quelle della sicurezza.

© Riproduzione riservata

Argomenti:
Federdat
By Federdat Marzo 23, 2017 18:09 Updated