Dal Salone del Mobile un indotto di 230 milioni. I visitatori dall’estero incidono per il 90%

Federdat
By Federdat Marzo 31, 2017 17:06 Updated

Dal Salone del Mobile un indotto di 230 milioni. I visitatori dall’estero incidono per il 90%

Cresce l’indotto turistico generato dal Salone e dal Fuorisalone sulla città di Milano e sulla Lombardia e aumenta l’incidenza dei visitatori dall’estero, che generano il 90% di questo indotto. Secondo le stime della Camera di Commercio di Mona e Brianza (su dati Ciset, Istat, Cosmit e Registro Imprese), quest’anno la grande manifestazione fieristica dedicata all’arredo-design, e il ricco programma di eventi organizzati per l’occasione in città, produrranno in meno di una settimana (dal 4 al 9 aprile) un impatto economico di 230 milioni, in aumento rispetto ai 220 milioni dello scorso anno e del 2015.

In particolare, come rileva la Camera di commercio, i primi beneficiari di questo giro d’affari legato al Salone del Mobile sono gli albergatori e gli affittacamere: 180 milioni è infatti la stima di spesa che sarà destinata all’alloggio dai visitatori che arriveranno a Milano, ma anche nel resto della Lombardia, per l’occasione: buyer e operatori professionali italiani ed esteri diretti soprattutto in fiera, oppure semplici turisti che sceglieranno la Design Week per visitare la città e magari anche la fiera durante il fine settimana, quando i tornelli di Rho-Pero si apriranno anche al pubblico di non professionisti. Sono attesi in fiera oltre 300mila visitatori( per due terzi esteri), mentre in città se ne attendono circa 400mila.

Seconda voce dell’indotto è quella dello shopping, con previsioni di spesa nei negozi che sfiorano i 22 milioni, seguita dalla ristorazione, con quasi 20 milioni di euro destinati a pasti e aperitivi.

Ma il giro d’affari legato al design non si limita, per Milano e la Brianza, ma in generale per tutta la Lombardia, alla settimana del salone del Mobile, che ogni anno in aprile ne è la vetrina internazionale principale. La Lombardia conta infatti (Secondo una ricerca elaborata dalla Camera di commercio di Milano) un quinto delle imprese italiane che operano a vari titolo nel settore design (arredo e tessile), dall’industria ai servizi. Su tutto il territorio nazionale, dice la ricerca, le aziende di design sono 168mila, con 789mila addetti, mentre la Lombardia conta 29mila imprese e 170mila operatori.

Stringendo il campo all’arredo-design, è di nuovo la Cdc di Monza e Brianza a fornire i numeri: l’Italia è al secondo posto nel mondo, dopo la Russia, per numero di società con bilancio produttrici di mobili. Il nostro Paese ne conta 4.800, per un fatturato totale di 16 miliardi. Sono aziende che attraggono anche investitori esteri, come dimostra il fatto che 58 di queste società (di cui 15 nella sola Milano) hanno un azionista di riferimento non italiano. Molto più numerose sono le aziende di mobili che, viceversa, hanno filiali oltreconfine: sono 189 in tutta Italia e contano 394 controllate in altri Paesi.

© Riproduzione riservata

Argomenti:
Federdat
By Federdat Marzo 31, 2017 17:06 Updated