Crisi Russia-Ucraina: la situazione di borse e mercati in apertura della settimana. Rublo in picchiata

redazione
By redazione Febbraio 28, 2022 11:46

Come stanno reagendo borsa e mercati ai recenti sviluppi della crisi ucraina? L’apertura di questa settimana si rivela piuttosto negativa per le borse europee, con Piazza Affari che vede l’indice Ftse Mib cedere il 3,14%. Scendono anche Francoforte (-2,08%), Parigi (-1,95%) e Londra (-1,05%) mentre il rublo, la moneta russa, crolla al suo minimo storico, scendendo del 30% nel mercato di Mosca. La Borsa di Mosca è attualmente chiusa e si attendono le decisioni della Banca centrale russa.

La Borsa di Mosca resta chiusa in attesa delle decisioni della Banca centrale russa, che ha aumentato il tasso di riferimento al 20%. In rialzo a 164 punti lo spread tra Btp e Bund tedesco. A subire variazioni per via delle sanzioni alla Russia sono anche le quotazioni del gas, che sale ad Amsterdam del 35,72%, 126 euro al Mwh, mentre a Londra aumenta del 25,32% a 281,48 penny al Mmbtu.

Salgono anche i prezzi delle materie prime alimentari, ed in particolare del grano (di cui entrambi i paesi sono esportatori) con un aumento dell’8,7%%, del mais (+5%) e della soia (+3.9%). In rialzo moderato è invece la borsa Tokyo (+0,19%), mentre si flettono Hong Kong (-0,9%) e Mumbai (-0,2%); salgono Shanghai (+0,1%), Seul (+0,8%) e Shenzhen (+0,05%). Sale l’oro dell’1% a 1908 dollari l’oncia, così come sale il petrolio, con il Wti a + 5,5% a 96,63 dollari al barile, il Brent guadagna il 4,67% a 102,50 dollari.

redazione
By redazione Febbraio 28, 2022 11:46