Cresce la produzione industriale del Piemonte

Federdat
By Federdat Marzo 6, 2017 16:55 Updated

Cresce la produzione industriale del Piemonte

«Il vento soffia ancora». Ferruccio Dardanello, presidente di Unioncamere Piemonte, cita un brano di Pierangelo Bertoli per illustrare l’andamento positivo della produzione industriale della regione subalpina. Un vento che da sette trimestri spinge la produzione cresciuta del 2,5% negli ultimi 3 mesi del 2016 e, complessivamente, del 2,2% nell’ultimo anno.

Il trimestre si è chiuso – spiegano all’Ufficio studi di Unioncamere Piemonte – con un incremento del 2,1% per quanto concerne gli ordinativi interni e del 3,7% per quelli esteri mentre il fatturato globale è aumentato del 2,3% e quello estero del 2,1%. In progresso (+2,2%) anche il livello di utilizzo degli impianti.

A trascinare la crescita è il settore delle industrie dei mezzi di trasporto (+22,4%), seguito dal comparto del legno e del mobile (+10%) mentre l’alimentare aumenta la produzione dell’1,2% e le industrie chimiche e delle materie plastiche crescono dell’1%. Stabili le industrie meccaniche, elettriche ed elettroniche, in difficoltà (-2,3%) il comparto tessile. Eppure, ricorda Dardanello, «nell’ultimo anno la voglia di Italia è cresciuta del 14% a livello mondiale». Un successo che dovrebbe favorire i settori più tipici del made in Italy, dall’auto all’arredamento, dall’enogastronomia all’abbigliamento. «Ma forse qualche casa di moda italiana – ipotizza il presidente di Unioncamere – non utilizza prodotti italiani».

Un contenuto ottimismo è comunque d’obbligo. Anche se – sottolinea Simone Ghiazza, presidente dei Giovani imprenditori di Confindustria Piemonte – non mancano le incertezze legate alla situazione politica europea, alle spinte protezionistiche ed alla volatilità dei mercati finanziari. Questo, per Ghiazza, spiega perché le aspettative degli imprenditori per i prossimi mesi registrino una leggera flessione proprio sul fronte della produzione.

Maggior ottimismo da Intesa Sanpaolo e Unicredit. Le due banche vedono crescere, anche in questi primi mesi del 2017, le erogazione verso le Pmi (+65% per Intesa Sanpaolo in questo inizio d’anno). Intesa crede molto nelle potenzialità del piano Industria 4.0 e Unicredit punta sull’accompagnamento all’internazionalizzazione per le Pmi piemontesi.

© Riproduzione riservata

Argomenti:
Federdat
By Federdat Marzo 6, 2017 16:55 Updated