Cmc Ravenna vince cantieri per 373 milioni da Manila a Buenos Aires

Federdat
By Federdat Giugno 28, 2017 18:11 Updated

Cmc Ravenna vince cantieri per 373 milioni da Manila a Buenos Aires

Prosegue e si rafforza la dinamica positiva registrata da Cmc Ravenna nel primo trimestre dell’anno. Lo storico gruppo di costruzioni – la Cooperativa muratori cementisti è stata fondata nel 1901 e ha chiuso l’ultimo bilancio con 1,2 miliardi di euro di ricavi e 3,5 miliardi di ordini in portafoglio – si è infatti aggiudicata nel giro di pochi giorni cinque importanti commesse internazionali che portano oltre 370 milioni di euro in cassa e aprono vie di sviluppo su un nuovo mercato strategico quale l’Argentina.

Prima opera per importanza che la cooperativa romagnola ha conquistato e che realizzerà nei prossimi tre anni è il tunnel idraulico Rio Subterraneo Lomas di 13,5 km a Buenos Aires con la relativa stazione di pompaggio per un ammontare di 208 milioni di euro (la quota di CMC è del 50%). Firmerà poi un nuovo impianto idroelettrico in Nepal per un ammontare di 50 milioni di euro- il terzo progetto nel piccolo Paese asiatico, ne ha già all’attivo di importo simile. Così come è un gradito bis il tunnel idraulico di 7 chilometri per l’acquedotto Novaliches-Balara a Manila del valore di 102 milioni di euro (la metà di CMC, che opera in cordata).

Sono invece due interventi ferroviari – e non sottoterra, dove Cmc gioca ai primi posti tra i top player mondiali – quelli che CMC si è aggiudicata negli Stati Uniti, a Boston, per la riabilitazione delle stazioni ferroviarie di Wollaston (60 milioni) e Ruggles (altri 19 milioni), diretto fornitore della MBTA – Massachussets Bay Transport Authority. Infine a Malta la coop costruirà l’Ospedale John Paul II per 74 milioni di euro.

«Sono tutte gare di cui ci sono arrivate in questi giorni le lettere formali di aggiudicazione, che portano a compimento un lavoro di anni della nostra squadra – sottolinea il dg di CMC, Roberto Macrì – e tutti cantieri che partiranno a breve. Le nuove commesse arrivano oramai quasi esclusivamente dall’estero. In Italia partiremo a breve con un intervento privato di edilizia commerciale nel Nord Italia, da 15 milioni di euro, ma per il resto è tutto fermo». Il piano triennale di CMC prevede il traguardo del miliardo e mezzo di euro di fatturato nel 2019.

© Riproduzione riservata

Argomenti:
Federdat
By Federdat Giugno 28, 2017 18:11 Updated