Bnl Bnp Paribas: Rivoluzione del Lavoro Flessibile in 400 Filiali

Giuseppe Cozzolino
By Giuseppe Cozzolino Giugno 9, 2024 07:13

Bnl Bnp Paribas: Rivoluzione del Lavoro Flessibile in 400 Filiali

bnl bnp paribas sta portando avanti una rivoluzione nell’organizzazione del lavoro della sua rete, introducendo il lavoro flessibile per un giorno alla settimana in 400 filiali. L’accordo sottoscritto con i sindacati permette ora ai ruoli commerciali all’interno della rete di usufruire di questa nuova modalità lavorativa. Questa iniziativa, nata dall’ascolto attento dei dipendenti, rappresenta l’impegno costante dell’istituto nel adattarsi e anticipare le trasformazioni nel settore, al fine di migliorare la soddisfazione dei dipendenti e dei clienti.
L’intesa, in vigore da settembre, coinvolgerà bancari di circa 400 filiali, pari al 70% della rete commerciale. Questo intervento riguarderà oltre il 75% dei dipendenti della rete, offrendo loro la possibilità di beneficiare di un giorno di lavoro flessibile a settimana. Questa scelta, coerente con l’evoluzione delle esigenze della clientela, si inserisce nel contesto della digitalizzazione e di un’organizzazione del lavoro che favorisce una maggiore sostenibilità sociale, economica e ambientale, promuovendo un migliore equilibrio tra lavoro e vita personale.
Il documento sullo smart working nel settore del credito, adottato come parte del contratto collettivo nazionale dei bancari, è stato uno dei primi del suo genere a essere introdotto. Questo protocollo, condiviso da Abi e dai sindacati, si è dimostrato cruciale per il settore e ha contribuito a stabilirsi come punto di riferimento, specialmente per i casi in cui non esistevano accordi sindacali preesistenti.
In seguito alla pandemia, la richiesta di abilitazione allo smart working si è diffusa ulteriormente. Tuttavia, sebbene i lavoratori nei centri direzionali abbiano generalmente accesso a questa modalità, nelle filiali le limitazioni legate all’apertura fisica degli sportelli e alla relazione con la clientela rendono più complessa la sua attuazione. Nonostante ciò, l’apprezzamento per lo smart working è elevato, come dimostrato da un recente sondaggio condotto da Intesa Sanpaolo.
Intesa Sanpaolo è stata tra le prime banche a introdurre il lavoro flessibile per i suoi dipendenti, offrendo la possibilità di smart working, settimana corta e flessibilità negli orari. La maggioranza dei lavoratori ha valutato positivamente questa opportunità, sebbene si siano riscontrate differenze di percezione tra coloro che lavorano nei centri direzionali e nelle filiali. I dipendenti che non possono svolgere il lavoro in modalità flessibile spesso attribuiscono questa situazione alle limitazioni strutturali, alla natura delle attività o al desiderio di maggiore coinvolgimento in ufficio.
L’introduzione dello smart working nelle filiali di Intesa Sanpaolo ha già registrato successi dal 2020, con l’obiettivo di estendere questa pratica a un numero sempre maggiore di dipendenti. Alla fine del 2023, la maggior parte dei bancari in Intesa aveva aderito al lavoro flessibile, confermando che la flessibilità è una delle richieste più frequenti tra i lavoratori, poiché favorisce un migliore equilibrio tra vita e lavoro.

Maggiori approfondimenti: https://www.ilsole24ore.com/art/bancari-lavoro-flessibile-si-fa-largo-filiale-bnl-intesa-sanpaolo-AGLcIaS

Giuseppe Cozzolino
By Giuseppe Cozzolino Giugno 9, 2024 07:13