Autotrasporto: stanziati 36 milioni per il rinnovo del parco veicolare

Area Comunicazione
By Area Comunicazione Novembre 10, 2017 11:52 Updated

Il Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture ha stanziato, anche per l’anno 2017, quasi 36 milioni (35,9 per la precisione) di euro per rinnovare e adeguare il parco veicolare delle imprese di autotrasporto e, in particolare, per l’acquisto di veicoli industriali a motorizzazione alternativa a gas naturale e biometano ed elettrica, onde assicurare un minor livello di emissioni inquinanti, al fine di massimizzare gli effetti benefici sull’ambiente. Le risorse messe a disposizione sono destinate alle imprese di autotrasporto di merci per conto di terzi attive sul territorio italiano, in regola con i requisiti di iscrizione al REN e all’Albo degli autotrasportatori.

Il provvedimento (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale 178 del 01-08-2017) indica le tipologie gli investimenti, le modalità e i criteri con cui vanno ripartiti i finanziamenti. Nel dettaglio, sono quattro le tipologie di investimento finanziabili e per ognuna il ministero ha riservato un determinato importo: 10,5 milioni di euro sono previsti per l’acquisizione di autoveicoli, nuovi di fabbrica, per il trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 tonnellate. 10 milioni di euro sono destinati alle richieste di radiazione, per rottamazione o per esportazione al di fuori del territorio dell’Unione europea, di veicoli pesanti di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 tonnellate, con contestuale acquisto di veicoli nuovi, anch’essi di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 tonnellate 14,4 milioni per l’acquisizione di rimorchi e semirimorchi nuovi per il trasporto combinato ferroviario (rispondenti alla normativa UIC 596-5) e per il trasporto combinato marittimo (rispondenti alla normativa IMO), dotati di dispositivi innovativi per maggiori standard di sicurezza ed efficienza energetica. Infine, sono previsti 1,05 milioni di euro per l’acquisizione di casse mobili e rimorchi o semirimorchi portacasse, così da facilitare l’uso di differenti modalità di trasporto in combinazione fra loro, senza alcuna rottura di carico.

Sono finanziabili le operazioni di investimento avviate dal 2 agosto 2017 (data di entrata in vigore del decreto) ed entro il 15 aprile 2018. L’importo massimo ammissibile per singola impresa non può superare i 700 mila euro. I beni acquisiti non possono essere alienati e devono rimanere nella disponibilità dell’impresa beneficiaria del contributo fino a tutto il 31 dicembre 2019, pena la revoca del contributo. A partire dall’11 settembre, sul portale ministeriale (sezione “Autotrasporto-Contributi e incentivi”), saranno pubblicate le modalità specifiche per l’intera procedura.

 

Area Comunicazione
By Area Comunicazione Novembre 10, 2017 11:52 Updated
Scrivi un commento

Nessun Commento

Ancora Nessun Commento

Non ci sono ancora commenti ma tu puoi essere il primo.

Scrivi un Commento

Solo gli utenti iscritti possono commentare.