Alstom rivoluziona la mobilità urbana con il nuovo bus elettrico

Federdat
By Federdat Marzo 9, 2017 17:18 Updated

Alstom rivoluziona la mobilità urbana con il nuovo bus elettrico

Alstom, la multinazionale francese nota nel mondo per la costruzione di treni ad alta velocità (Tgv, Italo, Pendolino) e treni regionali, lancia una novità che potrebbe rivoluzionare il sistema dei trasporti urbani e stimolare l’interesse di numerose città, grandi e piccole: l’autobus elettrico. Alstom e la controllata Ntl hanno presentato nello stabilimento Ntl di Duppigheim, in Alsazia (Francia), un nuovo prototipo di bus elettrico denominato Aptis. L’autobus è a emissioni zero.

In Francia, Stif (l’autorità che controlla la rete dei trasporti pubblici di Parigi), ha deciso di avviare due sperimentazioni, una delle quali con Ratp. Aptis sarà sottoposto a test di collaudo a Parigi nella regione dell’Île-de-France, nella seconda metà del 2017.
Il design innovativo di Aptis, ispirato a quello del tram, prevede un’accessibilità del pianale ribassato e una visuale a 360°. Due o tre grandi porte doppie agevolano il flusso dei passeggeri in entrata e in uscita e facilitano l’accesso di sedie a rotelle e passeggini.

Aptis può essere ricaricata di notte in deposito o rapidamente al capolinea durante il funzionamento giornaliero. La ricarica rapida viene effettuata tramite pantografo rovesciato o SRS, l’innovativo sistema di ricarica veloce a terra di Alstom. Grazie ai costi di manutenzione e gestione ridotti e alla durata prolungata rispetto a quella degli autobus, Aptis ha un costo totale di possesso equivalente a quello degli attuali autobus diesel.

I prototipi di Aptis sono in fase di produzione nello stabilimento Ntl di Duppigheim, in Alsazia, mentre i componenti chiave vengono realizzati da cinque siti Alstom in Francia: Saint-Ouen per la gestione progetto e l’integrazione sistemi, Tarbes per la trazione, Ornans per i motori, Vitrolles per SRS e Villeurbanne per i componenti elettronici della trazione.

«Aptis – spiega una nota di Alstom – è progettato per offrire alle città una soluzione pulita ed efficiente per i sistemi di trasporto. Forte della competenza di Alstom ed Ntl nei veicoli su gomma, assi, motori e sistemi di trazione, Aptis incorpora i vantaggi di un tram, per migliorare sia l’esperienza dei passeggeri sia il funzionamento. La diversificazione in un prodotto non ferroviario costituisce una novità per le due aziende e rappresenterà un complemento della loro gamma di soluzioni, per fornire ai clienti un’intera gamma di trasporti urbani elettrici, e quindi puliti».

© Riproduzione riservata

Argomenti:
Federdat
By Federdat Marzo 9, 2017 17:18 Updated