A Serravalle confermato sciopero a Pasqua

Federdat
By Federdat Aprile 12, 2017 07:36 Updated

A Serravalle confermato sciopero a Pasqua

Orari di apertura: Pasqua: 12- 20, Pasquetta: 10- 20. Sul sito del designer outlet di Serravalle Scrivia (in provincia di Alessandria) creato da McArthurGlen i clienti vengono informati che, durante il periodo pasquale, potranno visitare il centro ogni giorno. «È la prima volta che sperimentiamo l’apertura a Pasqua e Pasquetta – spiega Daniela Bricola, McArthurGlen centre manager Serravalle Designer Outlet – e la decisione rientra nella più ampia strategia di valorizzazione degli asset del territorio derivante dalla necessità di far fronte alle esigenze di un turismo nazionale e sempre più internazionale. Tra l’altro sono numerosi i centri che già da anni sono aperti a Pasqua e Pasquetta».

Sabato 15 e domenica 16 però Fisascat Cisl, Filcams Cgil e Uiltucs hanno deciso di organizzare una manifestazione e proclamare uno sciopero. E vanno avanti nella loro decisione. «Ribadiamo la nostra ferma contrarietà alle aperture selvagge degli esercizi commerciali, soprattutto quelli del commercio al dettaglio di cui è prevalentemente composto il polo commerciale di Serravalle, dove le lavoratrici e i lavoratori sono esposti agli effetti di logiche legate al profitto che poco hanno a che fare con il rispetto della dignità del lavoro», dice il segretario generale della Fisascat Cisl, Pierangelo Raineri. Fabrizio Russo, segretario nazionale della Filcams Cgil osserva che sì «la situazione che ha suscitato clamore sui media è legata all’apertura pasquale a Serravalle ma il sindacato da anni ha posto un tema di carattere più generale che riguarda la liberalizzazione indiscriminata dell’apertura delle attività commerciali e le implicazioni che ne discendono per gli addetti». Una liberalizzazione che non ha portato «a un incremento delle vendite e dei fatturati – osserva Russo -. Le aziende come erano in crisi prima sono in crisi ora, quindi qualcosa non torna, la soluzione alla crisi dei consumi non è l’estensione degli orari e dei giorni di apertura delle attività».

La decisione di aprire gli esercizi nei festivi è però consentita dalla liberalizzazione del cosiddetto Salva Italia e ovviamente comporta una serie di interventi organizzativi che il contratto collettivo nazionale di lavoro demanda al secondo livello. Nel caso di un outlet come Serravalle l’interlocutore del sindacato però non è McArthurGlen che, come spiega Bricola, «svolge il compito di coordinamento delle attività operative e si occupa del marketing. Noi affittiamo gli spazi ai brand e organizziamo le attività del sito, favoriamo lo sviluppo professionale dei lavoratori con una specifica Academy che vuole trasmettere i fondamenti delle altre culture vista la diversa provenienza geografica di chi frequenta il centro». In altre parole la discussione al secondo livello è con i singoli brand che va fatta da un lato ma dall’altro la liberalizzazione delle aperture non pone limiti.

© Riproduzione riservata

Argomenti:
Federdat
By Federdat Aprile 12, 2017 07:36 Updated