Federdat
By Federdat Giugno 22, 2022 16:34

La situazione del gas in Italia desta attualmente grandissima attenzione, come già accade da mesi, ma sembra non si sia arrivati ancora ad un livello di vero e proprio “allarme”.
Infatti, per il momento il nostro paese non passerà tecnicamente dal “preallarme” alla situazione di “allarme”. Questo quanto sarebbe emerso, secondo quanto riportato dall’Ansa, da una delle ultime riunioni del Comitato Tecnico Scientifico al Ministero della Transizione Ecologica.

Alto è il monitoraggio e ciò consentirebbe già, secondo i tecnici, di prendere le misure all’attuale livello di preallarme. Il Ministro della Transizione Roberto Cingolani avrebbe già fatto il punto della situazione con il sottosegretario alla presidenza, Roberto Garofoli, e i rappresentanti del Mef. Seguiranno le riunioni del Comitato di emergenza e monitoraggio del gas naturale e vari incontri con le aziende del settore energetico sul tema dell’emergenza gas.
In occasione di un convegno elettricità futura, il ministro Cingolani ha anticipato che si dovrà lavorare sulle garanzie pubbliche per gli operatori degli stoccaggi di gas. Questi ultimi, anche se un po’ più lentamente, starebbero proseguendo.
“Siamo oltre il 54%” ha dichiarato il ministro.

Federdat
By Federdat Giugno 22, 2022 16:34