L’arredo italiano scommette sul ritorno del mercato russo

Federdat
By Federdat ottobre 11, 2017 10:00 Updated

L’arredo italiano scommette sul ritorno del mercato russo

Il mercato russo riparte e così anche l’ottimismo delle aziende italiane dell’arredamento, che da oggi a sabato tornano a Mosca per la 13esima edizione dei Saloni WorldWide organizzati dal Salone del Mobile di Milano, che ogni anno in autunno porta al Crocus Expo della capitale russa una selezione dei marchi e dei prodotti presentati all’appuntamento milanese di aprile. In tutto 300 aziende espositrici (di cui 231 italiane), che non sono mancate all’appello nemmeno negli anni più difficili, quando la Russia è scivolata dal terzo al settimo posto nella classifica dei Paesi di destinazione dell’arredo-design italiano, passando dagli oltre 900 milioni di euro esportati nel 2013 ai 506 milioni esportati lo scorso anno.

All’origine di questo crollo, più che le sanzioni (che peraltro non hanno mai colpito direttamente i prodotti dell’arredamento), soprattutto la crisi economica e la svalutazione del rublo. «Il peggio sembra alle spalle – conferma Emanuele Orsini, presidente di FederlegnoArredo (Fla), l’associazione delle imprese del settore –. Certo, la ripresa è ancora debole: parliamo di un aumento dello 0,2% nei primi sei mesi dell’anno. Ma è già un ottimo risultato, se pensiamo che veniamo da anni in cui abbiamo perso moltissimo». Nel 2014 il calo fu, secondo i dati elaborati dal Centro studi Fla, dell’11%, del 37,9% nel 2015 e del 14,2% ancora nel 2016.


Fonte: http://www.ilsole24ore.com/

Federdat
By Federdat ottobre 11, 2017 10:00 Updated