Global messaging: la piattaforma Ubiquity fa shopping in India

Federdat
By Federdat giugno 6, 2017 09:32 Updated

Global messaging: la piattaforma Ubiquity fa shopping in India

Ancora pochi giorni e Ubiquity, piattaforma di global messaging nata a Milano 18 anni fa, metterà piede nel subcontinente himalayano. È atteso infatti per la prossima settimana il placet del governo indiano sull’acquisizione di Solutions Infini, azienda dello stesso comparto con quartier generale in Bangalore con la quale la società italiana che fattura 33 milioni e dà lavoro a 64 persone ha chiuso un accordo vincolante a ottobre dello scorso anno.

Un passaggio molto importante nelle strategie di rafforzamento all’estero dell’impresa che magari di nome non è nota quanto i servizi che offre: è infatti Ubiquity a inviare per conto del 95% delle banche italiane messaggi e notifiche sugli smartphone dei clienti.

Servizi per i quali è necessario un costante investimento in tecnologia: ogni anno l’azienda impiega intorno agli 1,5 milioni in ricerca e sviluppo. Se gli istituti di credito sono lo zoccolo duro della clientela di Ubiquity, l’indiana Solutions Infini ha orientato invece verso pmi e portali di e-commerce il proprio business. Tra i clienti della società in via di acquisizione che vanta un giro d’affari di 20 milioni e occupa 120 persone ci sono infatti Flipkart e Ola Cabs, marchi del subcontinente che offrono servizi analoghi a quelli di Amazon e Uber.

«L’acquisizione – spiega Dario Calogero, fondatore e amministratore delegato di Ubiquity – rappresenta un passaggio decisivo per lo sviluppo del nostro business che ci consente tra le altre cose di presidiare un mercato molto interessante come quello asiatico».

Calogero porta intanto a casa il premio «Le Grandi Guglie della Grande Milano» assegnato dal centro studi Grande Milano alle realtà imprenditoriali di eccellenza che portano all’estero i valori del capoluogo lombardo. «Le motivazioni del premio – spiega Daniela Marini, presidente del centro studi – si trovano nella riconosciuta capacità di rinnovare un settore e di essersi affermata negli anni come una realtà tecnologicamente all’avanguardia, in grado di competere non solo in Italia, ma anche all’estero, dove ha trasferito valori come creatività, esperienza e imprenditorialità».

Per Calogero si tratta di un «riconoscimento importante che premia non solo il mio lavoro, ma anche quello delle persone che lavorano in Ubiquity».

© Riproduzione riservata

Argomenti:

Fonte: http://www.ilsole24ore.com/

Federdat
By Federdat giugno 6, 2017 09:32 Updated