Decreto crescita, c’è attesa: dalla tutela del made in Italy alle norme sui risparmiatori

redazione
By redazione aprile 17, 2019 17:21 Updated

Tra gli argomenti più gettonati del momento in ambito economico e industriale c’è sicuramente l’attesissimo Decreto crescita, a breve al vaglio del Capo dello Stato e alla ricerca di un’intesa che trovi la massima condivisione. Si discute anche sulla forma del provvedimento, che da decreto legge richiederà tempo per l’esplicazione dei suoi effetti, specie per quanto riguarda i correlati provvedimenti attuativi e le lungaggini burocratiche ad esso correlate.

Quali misure contiene adesso il pacchetto per come è strutturato? Nel decreto sono previste misure relative al debito di Roma, norme destinate ai risparmiatori dei crack bancari, la norma relativa al prestito Alitalia da restituire allo Stato, norme con effetti sui manager dell’ex Ilva e la norma sul registro dei marchi storici in chiave anti-delocalizzazioni. Importanti novità riguarderanno il “made in Italy” ed il rafforzamento con l’emblema dello Stato al fine di tutelare i prodotti. Tutte norme molto attese, che però potrebbero vedere la luce tardi rispetto agli obiettivi di crescita del PIL prefissati (0,1 %) vista la grande mole di provvedimenti burocratici necessari perché esplichi i suoi effetti.

redazione
By redazione aprile 17, 2019 17:21 Updated