Contrasto al lavoro nero: le novità delle Faq dell’Ispettorato del lavoro

Federdat
By Federdat agosto 3, 2017 10:13

Novità importanti sul fronte del contrasto al lavoro nero arrivano da una recente nota della Direzione centrale dell’Ispettorato nazionale del Lavoro, datata 11 luglio scorso. In buona sostanza l’Ente ha ribadito che le Faq allegate alla disposizione del 20 giugno 2017 costituiscono un’indicazione vincolante per il personale ispettivo.

«Il personale rinvenuto “in nero” al momento dell’accesso ispettivo non può dirsi effettivamente regolarizzato in assenza di tutti gli adempimenti previsti, che non si esauriscono certamente con la sola comunicazione di assunzione ma richiedono altresì la consegna della lettera di assunzione e, laddove prevista, la visita di idoneità alla mansione e una attività formativa/informativa». Recita la Faq dell’Ispettorato del lavoro.

Del resto stessa collocazione della disciplina de qua all’interno del decreto legislativo 81 del 2008 evidenzia la necessità di prestare particolare attenzione agli aspetti che collegano il lavoro “nero” all’assenza di una tutela della salute e sicurezza del lavoratore. L’articolo 14 del riferimento normativo prevede che venga disposto il provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale quando si sia riscontrato l’impiego di personale non risultante dalla documentazione obbligatoria in misura pari o superiore al 20% del totale dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro (e non 20% del totale assoluto dei lavoratori, la percentuale si calcola sui lavoratori presenti al momento dell’accesso ispettivo).

Vincenzo Fuccillo

Federdat
By Federdat agosto 3, 2017 10:13
Scrivi un commento

Nessun Commento

Ancora Nessun Commento

Non ci sono ancora commenti ma tu puoi essere il primo.

Scrivi un Commento

Solo gli utenti iscritti possono commentare.