Animali domestici: Arcaplanet supera i 200 punti vendita in Italia

Federdat
By Federdat novembre 14, 2017 12:08

Animali domestici: Arcaplanet supera i 200 punti vendita in Italia

Con l’acquisizione in blocco di undici negozi in Piemonte la catena Arcaplanet porta a 208 i propri punti vendita dedicati agli animali domestici sul territorio italiano. Si tratta dei petstore Country Shop, nati nel 2008 a Torino e provincia con circa 3mila metri quadri di superficie di vendita e 8mila prodotti sugli scaffali. «Con questa operazione – dice Michele Foppiani, fondatore e ad di Arcaplanet – si rafforza la leadership dell’insegna sul territorio che ci vede oggi impegnati e presenti in 15 regioni italiane. Siamo la quarta forza in Europa nel settore – continua Foppiani -, puntiamo a diventare la terza. Anche per quest’anno confermeremo la crescita a doppia cifra».

Il fatturato a fine 2016 è stato circa 170 milioni di euro, nel 2015 era 137, +22% rispetto ai 112 milioni del 2014. Questo in un mercato dove solo il petfood vale due miliardi di euro e più di tre animali d’affezione su quattro, dietro consiglio veterinario, mangiano mangimi industriali.

L’acquisizione, successiva ad un’altra importante avvenuta a dicembre dello scorso anno in Sardegna con altri 11 punti vendita della catena Zoomarket Shop, si inserisce nell’importante piano di sviluppo che l’insegna distributiva controllata dal fondo di private equity Permira (che l’ha acquisita a giugno 2016 per la cifra di 350 milioni di euro) si è prefissata da tempo: entro la fine del 2017 l’azienda aveva previsto il traguardo di 200 punti vendita in Italia e di superare i mille addetti.

LA MAPPA DEI 208 NEGOZI ARCAPLANET

La concorrenza nel settore non manca. Maxizoo, gruppo tedesco nato negli anni ’90, ha 1.400 negozi in tutta Europa e 79 in Italia, dove ha aperto nel 2005. Ha annunciato un piano di investimenti per arrivare a 250 punti vendita sul territorio nazionale entro il 2020 e altre mille assunzioni oltre ai 500 addetti che già occupa. Conad ha creato una catena di PetStore: saranno una quarantina a fine 2017 e cento entro quattro anni. Anche Coop è della partita, con il nuovo progetto «Amici di casa» per 60 negozi entro il 2019.

Nel solo campo degli accessori entra anche Ikea, che ha sviluppato la linea Lurvig («peloso» in svedese) all’estero e da marzo arriva anche in Italia con un centinaio di referenze tra ciotole, cucce, guinzagli e copertine mentre Amazon.it ha inaugurato a fine giugno il proprio webstore «Animali domestici»: circa 180mila prodotti di quasi 800 marchi. Nonostante queste catene, il settore è ancora abbastanza parcellizzato, con prodotti per pets sugli scaffali di ogni supermarket e petshop di vicinato che tengono duro.

© Riproduzione riservata

Argomenti:

Fonte: http://www.ilsole24ore.com/

Federdat
By Federdat novembre 14, 2017 12:08